Diritto Societario e Registro Imprese


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 26119 - pubb. 03/11/2021

Liquidazione della partecipazione non strategica di ente pubblico non alienata nel termine di legge

Tribunale Napoli, 06 Luglio 2021. Pres. Raffone. Est. Del Bene.


Tribunale delle Imprese – Estinzione quota sociale – Ente pubblico – Liquidazione



L’art. 1, comma 569, della legge 27 dicembre 2013 n. 143 (legge di stabilità 2014) – secondo il quale la partecipazione degli enti pubblici in società aventi ad oggetto la produzione di beni e servizi non strettamente necessari al perseguimento delle finalità istituzionali che non sia stata alienata mediante procedura di evidenza pubblica entro il 31 dicembre 2014 cessa ad ogni effetto - non contempla un’ipotesi di recesso bensì una decadenza ope legis dalla partecipazione sociale sicché la liquidazione della quota, che la società è tenuta ad attuare nei dodici mesi successi in base ai criteri stabiliti dall’art. 2437 ter c.c., espressamente richiamato dal citato comma 569, non è soggetta alla procedura prevista dall’art. 2437 quater c.c.

Pertanto, qualora la società non abbia effettuato la liquidazione della quota nel termine di legge, nonostante la richiesta dell’ente pubblico, non potrà ridurre l’importo a liquidarsi sulla scorta di eventi negativi verificatasi successivamente alla decadenza dalla partecipazione ed alla conseguente uscita dell’ente pubblico dalla società. (Stefano Vitale) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell’Avv. Stefano Vitale del foro di Torre Annunziata




Il testo integrale